Come Risparmiare con i nuovi Bonus ristrutturazioni

Già qualche tempo fFAGIOLI-BONUS-RISPARMIOa, avevamo parlato di come usufruire delle detrazioni fiscali e al contempo tutelare l’ambiente con l’installazioni di stufe e camini nelle proprie case.

Oggi questo argomento è più che mai attuale anche alla luce delle novità in materia di bonus ristrutturazioni e bonus mobili ed elettrodomestici riservate alle giovani coppie in cerca di un nido, perché, si sa, la prima casa non si dimentica mai.

Da Martedì 22 Dicembre, infatti, con l’approvazione della Legge di Stabilità 2016 viene prorogato al 31 dicembre 2016 il termine per l’utilizzo del bonus mobili ed elettrodomestici legato agli interventi di recupero del patrimonio edilizio, ma soprattutto, viene introdotto un nuovo bonus arredi dedicato alle giovani coppie che hanno deciso di acquistare casa.

L’agevolazione prevede la possibilità di usufruire di una detrazione d’imposta del 50%, fino a un tetto massimo di 16 mila euro, a fronte di spese sostenute per l’acquisto di arredi da parte di giovani coppie, che acquistano unità immobiliare da adibire ad abitazione principale.

In particolare la norma prevede che gli interessati costituiscano un nucleo familiare composto da coniugi o da conviventi more uxorio, che rispettino tali caratteristiche:

  • abbiano costituito tale nucleo familiare da almeno tre anni
  • almeno uno dei due componenti non abbia superato i trentacinque anni di età
  • abbiano acquistato un’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale

Restano invece immutate le condizioni del bonus mobili per gli immobili oggetto di ristrutturazione agevolata: detrazione al 50% su un tetto massimo di spesa pari a 10mila euro, per mobili ed elettrodomestici di classe A. Ricordiamo brevemente che il beneficio per la ristrutturazione è al 50% su un tetto di spesa pari a 96mila euro, mentre il Bonus Energia (riqualificazione energetica edifici), è al 65%, con un tetto che cambia a seconda della tipologia di intervento realizzato.

Le detrazioni al 65% valgono le spese per la sostituzione di porte e finestre, per installare nuovi climatizzatori, pannelli solari per la produzione di acqua calda, per realizzare coperture, pavimenti e altri interventi che aumentino il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti, ma anche per realizzare lavori di adeguamento antisismico della prima casa e delle attività produttive che ricadono nelle zone sismiche più pericolose, nonché per la rimozione dell’amianto e le schermature solari.

Una bella notizia, che sembra promettere un 2016 all’insegna del rinnovamento e del risparmio.

 

Recommended Posts
Contatta Fagiolihome

Risponderemo il prima possibile

Not readable? Change text. captcha txt